TPMS aspetti generali - Autofficina Bazzato Opel Service

Contatto WhatsApp Bazzato
Accedi alla nostra pagina facebook
Seguici su Google +
Autofficina Bazzato
Vai ai contenuti
Dal 1 Novembre 2014, la nuova direttiva comunitaria sui sistemi di monitoraggio della pressione dei pneumatici si applica a tutte le auto di nuova immatricolazione.
Sensore TPMS ALCAR
Cerchi e sensore TPMS
Strumento ATEQ TPMS
    
TPMS è l’acronimo di Tyre Pressure Monitoring Systems. I sistemi di monitoraggio pressione pneumatici sono sistemi integrati nel veicolo che monitorano costantemente la pressione degli pneumatici. Ci sono due diversi tipi di sistemi: il sistema diretto (misurazione della pressione del pneumatico tramite un sensore nella ruota) e il sistema indiretto (misurazione tramite ABS del veicolo). Un display all'interno dell’auto informa il conducente se uno o più pneumatici perdono pressione.


I TPMS svolgono tre importanti funzioni:
  • Garantiscono maggiore sicurezza di guida
  • Evitano un consumo più elevato di carburante causato da una errata pressione degli pneumatici
  • Evitano un’elevata usura degli pneumatici a causa di una pressione ridotta
 


TPMS: REQUISITI DI LEGGE
QUALI REQUISITI LEGALI DEVONO SODDISFARE I TPMS?

In generale, dal 1° novembre 2014, si applica quanto segue: secondo la Direttiva UE, i costruttori di auto dovranno dotare tutte le vetture di nuova immatricolazione di un TPMS. La direttiva europea, tuttavia, non prevede che venga obbligatoriamente adottato un sensore installato nella ruota. E’ infatti consentito sia l’utilizzo di sistemi diretti sia l’utilizzo di sistemi indiretti, purché soddisfino i requisiti e le condizioni previste nella direttiva ECE-R 64 che indica i soli requisiti di funzionalità senza specificare differenze tra sensori originali o aftermarket.


TPMS COMPETENZA DI ESPERTI
DETTAGLI ED EFFETTI DEI TPMS SULLA MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA

Quali sono le differenze tra un sistema diretto ed un sistema indiretto?

Un sistema diretto misura la pressione dello pneumatico tramite un sensore integrato nella ruota. Questa informazione viene trasferita in modalità wireless a un dispositivo di controllo all’interno del veicolo. I vari pannelli di controllo dei singoli costruttori di veicoli consentono al guidatore di leggere i valori di pressione correnti in modo permanente oppure di ricevere un avvertimento o segnale solo quando la pressione è troppo bassa. Questi sistemi sono molto precisi in quanto controllano direttamente la pressione di ogni singola ruota.

Come funziona un sistema indiretto?

In un sistema indiretto, il controllo integrato ABS del veicolo e i sensori di trazione monitorano la velocità di trazione di ogni singola ruota. Potrebbero verificarsi discrepanze in caso di perdita di pressione degli pneumatici. Inoltre, oscillazioni di dipendenti dalla pressione delle ruote vengono misurate mediante elaborazione avanzata del segnale. Un cambiamento sarà considerato un'ulteriore indicazione di una perdita di pressione.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questi due sistemi?

Un TPMS diretto consente una raccolta dati molto precisa e ha funzioni aggiuntive come il riconoscimento di posizione del pneumatico, il rilevamento di perdita di pressione quando il veicolo è fermo e il monitoraggio della pressione degli pneumatici della eventuale ruota di scorta. Un TPMS diretto richiede un maggiore impegno ed un aumento di costi quando si effettua il cambio gomme e quando si eseguono lavori di manutenzione. Tutti gli pneumatici (estivi, invernali, di scorta) di un veicolo devono essere dotati di un sensore che funzioni correttamente.

Un TPMS indiretto non è così preciso nella sua funzionalità in quanto non misura né la pressione né la temperatura dello pneumatico. Inoltre, non rileva perdita di pressione degli pneumatici quando il veicolo è fermo. Tuttavia, il sistema è molto più facile da mantenere e meno costoso in quanto i sensori non vengono utilizzati.

Che effetto hanno i TPMS sulla manutenzione della vettura?

L'uso di TPMS durante la guida e la manutenzione di un veicolo comporta nuove implicazioni sia per il conducente sia per i centri specializzati:

Sarà necessario l’intervento di un rivenditore specializzato che sia adeguatamente attrezzato ed in grado di calibrare la ruota con sensore TPMS diretto. A seguito della direttiva CEE, e quindi con l’introduzione di questa tecnologia, i rivenditori specializzati dovranno dotarsi di tutte le attrezzature necessarie e dare appropriata formazione al personale di officina.

Posso montare da solo pneumatici con TPMS diretto?

Il montaggio degli pneumatici è un problema rilevante per la sicurezza e richiede competenze specifiche (controllo della condizione del pneumatico,corretto serraggio, ecc...). Pertanto, è necessario far svolgere questa attività solo a rivenditori specializzati e qualificati.
I sistemi TPMS diretti comportano anche i seguenti nuovi requisiti tecnici:
  • La necessità di manutenzione della valvola e delle guarnizioni ad ogni smontaggio ruota per prevenire l'usura del sensore
 
  • Per i nuovi pneumatici: nuova configurazione dei sensori con il veicolo quando vengono utilizzati nuovi sensori (nuovo ID) o assegnare la corretta posizione dei sensori sulla ruota al fine di garantire la chiara comunicazione tra il sensore e il ricevitore TPMS
 
  • Il livello di batteria del sensore deve essere controllato ad ogni cambio gomme
 

Il mio veicolo non è dotato di TPMS. Devo far montare i TPMS?

I veicoli oggetto di installazione obbligatoria di un TPMS saranno già dotati di TPMS diretto o indiretto da parte del costruttore del veicolo, in difetto non potranno ottenere l’omologazione e/o certificazione in nessun paese dell'Unione Europea.

L’installazione successiva di un TPMS non è obbligatoria.

Bazzato snc di Bazzato Andrea e Paolo

P.I.  03599300278
Tel  +39 049 9830115
Siamo Associati a
Torna ai contenuti